Si chiama Laura ed è il Miracolo del Bataclan

image

Colpita da 6 proiettili, sottoposta a 10 operazioni, settimane di coma e, finalmente, il risveglio. E’ la storia della 31enne francese Laura Croix, ferita gravemente al petto e all’addome il 13 novembre, durante l’assalto terroristico al Bataclan che causò la morte di 89 persone. Un incredibile ritorno alla vita quello di Laura, ribattezzata “il miracolo del Bataclan”. A raccontare il risveglio della ragazza è stato il fratello Sébastien, spiegando che la sorella ha ricominciato a parlare, chiedendo subito informazioni sugli eventi del 13 novembre. Un ‘bollettino medico’, invece, è comparso sulla pagina Facebook di ‘The Trap’, gruppo per il quale canta la 31enne: “Laura è ancora in terapia intensiva, ma ha iniziato a parlare. È stanca e ha bisogno di molto riposo. Siete stati numerosi a chiederci come aiutarla. Al di là delle spese che sosterrà lo Stato, ci saranno da pagare protesi e trattamenti vari. Quando sapremo come utilizzare i fondi, avvieremo una raccolta sulla pagina del gruppo. Grazie per il vostro sostegno”. La ripresa della donna, infatti, sarà lunga: prima che possa lasciare l’ospedale ci vorrà quasi un anno.

Precedente Il denaro come arma di distruzione di massa, i 30 uomini che tengono in ostaggio il mondo Successivo Don Dino, 1.700 foto di bimbi nudi sul pc. Lui si difende: "Erano soltanto provini hard"