Blackout dei media: Milioni di musulmani in marcia denunciano l’ISIS in Iraq.

I media mettono sempre in prima pagina il terrorismo islamico e soprattutto i suoi attacchi al mondo occidentale ma non vi hanno raccontato la marcia di Arbaeen (marcia religiosa). Milioni di persone in Medio Oriente hanno deciso di trasformare la loro marcia in una marcia politica per denunciare il terrorismo in tutte le forme.

arbaeen_isis_6a930-768x535

Questi manifestanti hanno partecipato alla processione annuale Arbaeen a Karbala. I manifestanti provengono da oltre 60 paesi, e la maggior parte di loro hanno marciato fino a Karbala da altre città irachene, come Najaf e Baghdad in uno spettacolo di devozione. Ogni anno, musulmani sunniti e seguaci di altri gruppi religiosi come i cristiani si uniscono in viaggio per commemorare il martirio dell’Imam Hussein. Arbaeen è una tradizione sciita musulmana per celebrare l’anniversario del leader della giustizia sociale VII secolo Imam Husain.

Tuttavia, alla luce di tutti gli attacchi terroristici a livello mondiale, molte persone hanno preso il passo controverso di trasformare la loro marcia per denunciare il terrorismo e l’ Isis.

Il numero di musulmani uccisi e sfollati dal califfato è un numero esponenzialmente maggiore di quelli uccisi negli attacchi in Occidente.

L’occasione ha trovato un ulteriore significato negli ultimi anni ed è diventato un grido di battaglia per la campagna contro i terroristi dell’ISIS che hanno spesso attaccato i pellegrini. Per la loro sicurezza, dei pellegrini appunto, quest’anno durante la marcia sono state dispiegate le truppe irachene.

È degno di nota menzionare il blackout dei nostri media, soprattutto dei media americani in continua propaga che non hanno neanche accennato le milioni persone, per lo più musulmani, che hanno marciato in raccolta combattendo l’ISIS ed è giusto che il mondo lo sappia.

 

Tradotto da: La verità di Ninco Nanco

Fonte Usa: mintpressnews.com

I commenti sono chiusi.