Andare a Vivere in Australia, ma su un’isola (semi) deserta… Yes you can!

image

Alzi la mano chi fra di voi ha non mai affermato: “mollo tutto e vado a vivere su un’isola deserta!”.

Se non l’avete alzata, la mano, ma siete comunque qui a leggere, forse è perché il vostro sogno nel cassetto è semplicemente quello di trasferirvi per un po’ a lavorare in Australia, paese altamente civilizzato e con stipendi ottimi.

E se vi dicessi che potete ottenere tutto? Vivere su un’isola incontaminata e paradisiaca, lavorando e guadagnando stipendi invidiabili?!

Seguitemi, vi mostro dove…

Si chiama Lord Howe Island ed è una piccola gemma incontaminata a 700 chilometri dalla costa Est australiana. Essendo ufficialmente sotto lo stato del New South Wales si ha la possibilità di godere di tutte le agevolazioni solite del “vivere in Australia”: salari alti, contratti di lavoro favorevoli, attenzione alla sicurezza e alti standard sanitari. Il tutto in un paradiso sub tropicale incontaminato.

La barriera corallina più meridionale al mondo, monti da scalare, tartarughe giganti che nuotano a riva, decine di uccelli endemici e spiagge mozzafiato sono solo alcune delle meraviglie che vi aspettano sull’isola.

Se avete un visto per il lavoro, trovare un impiego su Lord Howe Island non sarà affatto difficile. Nel caso in cui siate ancora in Italia tenete in considerazione che potrebbe essere uno dei pochi luoghi a consentirvi di avere un lavoro sicuro prima di partire. Questa opzione non è fra le mie preferite, per quanto mi riguarda è meglio arrivare sulla terraferma e muovervi con l’esperienza. Molti, però, sono impauriti dal salto nel vuoto che si fa una volta ottenuta il Working Holiday Visa e prenotato l’aereo, senza un lavoro certo. Se siete fra quelli l’isola potrebbe concedervi la rara possibilità di un po’ di sicurezza in più.

Lord Howe Island ed i suoi tesori

Iniziamo col conoscere l’isola:
Lunga 11 chilometri e larga 3, Lord Howe Island risulta essere una delle isole più piccole fra quelle abitate nel Sud del Pacifico. Oltre alle dimensioni, una delle peculiarità è il fatto di essere protetta dall’UNESCO in quanto Patrimonio Globale per la Biodiversità. Questa qualifica è stata attribuita nel 1982 in seguito a prove inconfutabili dell’unicità di flora e fauna di questo piccolo paradiso.

Con l’iscrizione all’UNESCO sono arrivate anche restrizioni sostanziose sulla tipologia di vita e lavoro effettuabili. Il turismo è stata la prima voce ad essere limitata portando il massimo di visitatori in uno specifico momento a 400. Gli abitanti all’epoca erano poco più di 250 e si è deciso di non bloccarne il numero, pur limitando pesantemente le metodologie per l’ottenimento della residenza. Attualmente bisogna passare attraverso un lungo processo che richiede l’approvazione dei locali, almeno due anni di vita sull’isola, l’approvazione del consiglio esterno ed il pagamento di diverse licenze. Se pensate che i costi siano contenuti, eccovi d’esempio la licenza per un solo posto letto: 100.000$ australiani. Per la sola possibilità di aggiungere un residente ad un alloggio. Per comprare un terreno, edificare o aprire un’attività i costi sono ancora più alti.

È facile capire il perché, nel corso degli anni, il numero degli isolani sia aumentato di molto poco raggiungendo gli attuali 357. Credo si inizino ad inquadrare le possibilità uniche che offre questo posto: vita civilizzata all’interno di una comunità che non può contare più di 800 persone. Un sogno per molti…

La storia degli insediamenti su Lord Howe Island inizia a metà dell’800, non troppo più tardi rispetto alla sua scoperta nel 1788. Poche zone dell’isola erano abitate a causa della scarsità di acqua potabile e alla difficoltà nel rendere il suolo coltivabile, che avevano alcune aree. Old Settlement, come suggerisce il nome, è stato il primo luogo dove sono sorti insediamenti umani. A quei tempi le poche famiglie presenti sopravvivevano di pastorizia e dello scambio di beni con le navi baleniere che attraccavano sull’isola. La frequenza era di una volta ogni due mesi circa, una vita difficile ed ostile. Con l’aumento del numero di abitanti, la frequenza del passaggio delle navi aumentò concedendo agli isolani di attuare notevoli miglioramenti nello stile di vita.

Durante i primi del ‘900 iniziarono rifornimenti per via aerea tramite degli idrovolanti. L’economia dell’isola cresceva e aumentavano le esigenze degli abitanti.

Nel 1970 militari australiani proposero al consiglio cittadino la costruzione di un aeroporto a loro spese, a condizione dell’utilizzo dello spazio aereo per esercitazioni. Gli isolani accettarono e l’aeroporto costruito è utilizzato tutt’oggi.

Grazie ad una nave commerciale che attracca sull’isola ogni due settimane, aerei privati con funzionalità postale e di trasporto e navi private, Lord Howe Island è oggi collegata alla terra ferma in maniera ottimale. È possibile effettuare acquisti online, ricevere spedizioni e cibo fresco raffreddato durante il viaggio.

Vivere su Lord Howe Island

Cosa vi aspetta:
Vivere su Lord Howe Island è un’esperienza unica. Dimenticatevi il cellulare, qui non c’è segnale. Disintossicatevi da internet, sull’isola è lento e molto costoso. Immergetevi nella natura! Potrete nuotare fra squali innocui, pesci tropicali e tartarughe giganti. Passeggiare in riserve naturali incontaminate, scalare il Monte Gower (più di 800 metri) o fare bird-watching godendo di decine di specie endemiche.

Attività sportive come kayaking, surfing, paddle boarding o kite surfing sono all’ordine del giorno per chiunque viva qui. Se preferite potete rilassarvi su una delle tante spiagge dorate che l’isola offre.

Lo stile di vita, la natura e le esperienze uniche che offre questo luogo saranno delle macchie indelebili fra i vostri ricordi.

Lavorare su Lord Howe Island

Veniamo al lavoro:
Lord Howe Island offre un ventaglio di opportunità di lavoro ristretto in termini di tipologia. Principalmente è possibile trovare impiego nell’hospitality.

La richiesta ed il turn-over, però, sono molto alti, soprattutto durante l’estate (Ottobre-Maggio). Con del buon tempismo ed il curriculum mandato alla persona giusta non vi sarà difficile trovare lavoro su Lord Howe Island.

Oltre all’hospitality è possibile applicarsi come istruttori di sub, ricercatori/biologi e come aiuto alla salvaguardia dell’isola (valido per il rinnovo delWHV).

Da:vadoavivereinaustralia.com

Precedente Svezia, primo paese libero dal petrolio Successivo Come fermare il Nuovo Ordine Mondiale