Crea sito

Ue: “Vogliamo controllare come Roma usa i soldi”.

“Vogliamo controllare come Roma usa i soldi”. Dopo 30 anni di criminale avanzo primario, i “fratelli europei” continuano a farci la morale

Tratto da L’ANTIDIPLOMATICO

di Gilberto Trombetta

Per colpa di una classe politica di incapaci e di venduti agli interessi del grande capitale (straniero e italiano), siamo il Paese che dall’adesione alla UE e dall’ingresso nell’euro ha rispettato di più gli assurdi vincoli europei.

Veniamo da quasi 30 anni di avanzo primario, abbiamo tagliato i diritti dei lavoratori, i salari, la sanità pubblica (le famose riforme strutturali).


Abbiamo inibito l’intervento dello Stato nell’economia – anche in settori strategici e addirittura sui monopoli naturali – riducendolo al ruolo di strozzino.


Eppure i “fratelli” europei continuano a farci la morale. Da Repubblica di oggi:

Ci vogliono controllare.


C’è una sola cosa che temono davvero: la nostra uscita dalla gabbia unionista.


Ovvio che in politica si debba ragionare considerando più scenari, soprattutto per una questione complessa come la disgregazione della UE e dell’Eurozona.


L’ideale sarebbe una disgregazione ordinata fatta in accordo con gli altri Paesi membri. Ma non è detto sia possibile. Anzi, sembrerebbe più probabile contrario.


A maggior ragione è sbagliato puntare tutto su una possibile rottura da parte di Francia o Germania,senza lavorare anche sulla possibilità di un’uscita unilaterale dell’Italia.

Fonte L’ANTIDIPLOMATICO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: