Trump per riconoscere il controllo israeliano sulle alture del Golan in Siria? Bypassare il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

Donald Trump. Mostra in modo coerente un supporto unilaterale per Israele, sembra così. Nel maggio 2018, trasferì l’ambasciata degli Stati Uniti da Tel Aviv a Gerusalemme – una città internazionale designata da un corpo mondiale, riconosciuta da quasi tutti gli stati membri delle Nazioni Unite.

Israele l’ha usurpata illegalmente come sua capitale. Gli Stati Uniti di Trump sono l’unica nazione con l’ambasciata nella città.

Il 30 giugno 1980 i membri del Consiglio di sicurezza approvarono all’unanimità la risoluzione 476 (l’astensione degli Stati Uniti), dichiarando

“Tutte le misure legislative e amministrative e le azioni intraprese da Israele, la Potenza occupante, che pretendono di alterare il carattere e lo status della Città Santa di Gerusalemme non hanno alcuna validità legale e costituiscono una flagrante (quarta Ginevra) violazione”.

Risoluzione del Consiglio di sicurezza 478 affermata

“Che tutte le misure legislative e amministrative e le azioni intraprese da Israele, la Potenza occupante, che hanno alterato o preteso di alterare il carattere e lo status della Città Santa di Gerusalemme, e in particolare la recente” legge fondamentale “su Gerusalemme, sono nulle”

“Affermare (anche) che questa azione costituisce un serio ostacolo al raggiungimento di una pace globale, giusta e duratura in Medio Oriente;

La risoluzione invitava “(a) a tutti gli Stati membri ad accettare questa decisione … (T) Stati flessibili che hanno istituito missioni diplomatiche a Gerusalemme (devono) ritirare tali missioni dalla Città Santa”.

Israele rivendicando la città, “completa e unita, come (sua) capitale” non ha una posizione legale. Gerusalemme Est è territorio illegalmente occupato – insieme alla Cisgiordania, a Gaza e alla Palestina storica interamente.

Ris. Consiglio di sicurezza 497 (dicembre 1981) affermò quanto segue sul Golan della Siria – sequestrato illegalmente dalle forze israeliane nel giugno 1967:

“(T) la decisione israeliana di imporre le sue leggi, la giurisdizione e l’amministrazione nelle alture del Golan siriano occupate è nullo e senza effetti legali internazionali”.

“Esige che Israele, la Potenza occupante, debba annullare immediatamente la sua decisione;”

“Determina che tutte le disposizioni della Convenzione di Ginevra relative alla protezione delle persone civili in tempo di guerra … si applicano al territorio siriano occupato da Israele dal giugno 1967.”

Il Golan è un territorio sovrano siriano, occupato illegalmente da Israele. La Russia ha risposto al Tweet di Trump, dicendo:

“Cambiare lo stato delle alture del Golan bypassando il Consiglio di sicurezza è in diretta violazione delle decisioni delle Nazioni Unite”.

Damasco ha rilasciato una dichiarazione, definendo la dichiarazione di Trump “irresponsabile … confermare l’impegno della sua politica nei confronti di Israele e sostenere il suo comportamento aggressivo”, esprimendo un “determinismo” per riprendere il controllo del proprio territorio sovrano.

Gli Stati Uniti e Israele ignorano tutte le risoluzioni del Consiglio di sicurezza e altre leggi internazionali vincolanti, in conflitto con i loro obiettivi imperiali.

L’inviato di Trump in Israele David Friedman ha incaricato il Dipartimento di Stato di smettere di chiamare i territori palestinesi occupati, dicendo falsamente che “gli insediamenti fanno parte di Israele”.

Nel dicembre 2016, il Consiglio di sicurezza 2334 è stato adottato con un voto di 14-0, Washington si è astenuta.

Ha detto che gli insediamenti non hanno “alcuna validità legale e costituiscono una flagrante violazione ai sensi del diritto internazionale”.

Richiedeva che “Israele cessasse immediatamente e completamente tutte le attività di insediamento nel territorio palestinese occupato, inclusa Gerusalemme Est”.

Non ha riconosciuto cambiamenti territoriali “alle linee del 4 giugno 1967, anche per quanto riguarda Gerusalemme, diverse da quelle concordate dalle parti attraverso negoziati”.

Esso “(c) si è basato su tutti gli Stati, per distinguere, nei loro rapporti rilevanti, tra il territorio dello Stato di Israele e i territori occupati dal 1967.”

E ‘”(c) alleato per le misure immediate per prevenire tutti gli atti di violenza contro i civili, compresi gli atti di terrore, così come tutti gli atti di provocazione e distruzione, chiede responsabilità in tal senso …”

La settimana scorsa, le relazioni del Dipartimento di Stato sulle pratiche dei diritti umani si riferivano alla Cisgiordania, a Gaza e al Golan della Siria come “controllate da Israele”, non definendo più questi territori “occupati” a partire dalla relazione dell’anno scorso.

Giovedì, Trump ha twittato:

“Dopo 52 anni è il momento per gli Stati Uniti di riconoscere pienamente la sovranità di Israele sulle alture del Golan, che è di importanza strategica e di sicurezza per lo Stato di Israele e la stabilità regionale!”

Ha ignorato la Ris. Del Consiglio di sicurezza. 

497 e tutti gli altri discussi sopra. Il Golan è un territorio sovrano siriano, occupato illegalmente da Israele dal giugno 1967.

Lo stesso vale per la Cisgiordania, Gaza e Gerusalemme Est. Il tweet di Trump sul preludio del Golan in Siria è stato riconosciuto ufficialmente e illegalmente come territorio israeliano?

Seguirà un simile riconoscimento dei territori palestinesi occupati, dichiarandoli illegalmente parte dello stato di Israele?

Nota: la Costituzione degli Stati Uniti conferisce potere ai presidenti per determinare i rapporti con le altre nazioni. Comprende accordi di negoziazione – non soggetti all’approvazione del Senato.

Le sentenze della Corte Suprema hanno affermato questo potere. Trump lo ha usato per riconoscere Guaido come presidente ad interim del Venezuela, nonostante abbia agito in flagrante violazione della legge costituzionale della Repubblica bolivariana, rendendo la sua azione nulla.

Può anche usare questo potere per dichiarare il territorio israeliano il Golan siriano – anche se l’azione sarebbe in conflitto con la legge costituzionale internazionale e statunitense sotto la sua clausola di supremazia, affermando che le leggi internazionali, i trattati, le convenzioni e gli accordi sono automaticamente legge degli Stati Uniti (Articolo VI, Clausola 2 ).

Israele occupa illegalmente il Golan siriano. Le risoluzioni del Consiglio di sicurezza sono legge internazionale vincolante.

Il tweet di Trump suggerisce che riconoscerà il Golan come territorio israeliano – ignorando la sua illegalità, forse pensando che aiuterà Netanyahu a rimanere primo ministro israeliano dopo le elezioni, senza prestare attenzione all conseguenze.

Se processato e condannato per uno o più di queste accuse, sarà sostituito come primo ministro in caso di rielezione, la sua carriera politica sarà probabilmente finita.

Precedente Cina: esplode impianto chimico. Morti, numerosi feriti e danno ambientale in corso Successivo Fatti e cifre: quanto spende Israele per comprare i politici di Washington