Netanyahu conferma l’ultimo attacco israeliano in Siria

GERUSALEMME (tradotto da Reuters) – Il primo ministro Benjamin Netanyahu oggi ha dichiarato che le forze israeliane hanno effettuato un altro raid aereo nella Siria allineata all’Iran, un giorno dopo che l’esercito siriano aveva denunciato che un drone israeliano ha sparato missili nei pressi di un ospedale e per colpire un posto di osservazione dell’esercito.

“Operiamo ogni giorno, anche ieri, contro l’Iran. Tutto il tempo. Contro l’Iran e contro il suo tentativo di radicarsi nella zona “, Netanyahu ha detto ai giornalisti prima di volare in Polonia per una conferenza sul Medio Oriente.

Israele sta cercando di contrastare l’influenza scolpita in Siria dall’Iran, che ha sostenuto il presidente siriano Bashar al-Assad nella guerra scoppiata nel 2011.

Il raid aereo di lunedì, avvenuto nella provincia meridionale di Quneitra, ha causato solo danni materiali, ha dichiarato l’esercito siriano.

Israele ha aumentato i suoi attacchi aerei in Siria con l’avvicinarsi delle elezioni di aprile.

Nelle ultime settimane Netanyahu ha affermato che Israele ha compiuto centinaia di attacchi in Siria negli ultimi anni e che avrebbe accelerato la sua lotta dopo il previsto ritiro delle truppe statunitensi dal paese.

Precedente Alain de Benoist: perché il governo francese non comprende la rivolta dei Gilet Gialli Successivo Ucraina: la NATO inserita addirittura nella Costituzione