Crea sito

L’esercito americano si prepara ad affrontare rivolte per COVID-19

Tradotto da HISPANTV

Le forze armate statunitensi si preparano ad affrontare disordini di fronte alla rapida diffusione del nuovo coronavirus nel paese.

Il governo degli Stati Uniti è stato costretto a disegnare i piani militari per calmare la situazione nel paese a causa della diffusione della pandemia del nuovo coronavirus, noto come COVID-19, ha riportato la notizia la rivista settimanale Newsweek.

Secondo i media, l’esercito americano sta preparando le sue forze a svolgere un ruolo attivo nel rispondere alle crisi che potrebbero essere causate dal virus mortale, compresa la repressione di possibili disordini civili e l’instaurazione dell’ordine nel paese.

Per tale compito, le forze armate statunitensi stanno prendendo in considerazione l’uso di guardie statali o forze federali, ha aggiunto il rapporto.

Il capo della Guardia Nazionale degli Stati Uniti, il generale Joseph Lengyel, ha indicato, a sua volta, che finora sono stati convocati circa 2.000 soldati, ai quali verranno presto aggiunti altri 2.000, in 27 stati del paese , tra cui New York e California.

Gli Stati Uniti sono uno dei paesi con il più alto numero di casi positivi di COVID-19. I media locali hanno riferito di oltre 21.000 infetti questo sabato, mentre i decessi sono saliti a 267. New York, Washington e California continuano a rimanere gli stati che hanno presentato la maggior parte dei casi.

Anche all’interno dell’esercito, la malattia sta prendendo piede. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (Il Pentagono) ha annunciato mercoledì scorso che le  forze armate contano 89 casi confermati di coronavirus tra le sue truppe.

Dopo settimane trascorse a minimizzare la gravità del nuovo coronavirus e a deridere le preoccupazioni sollevate al riguardo, il presidente americano Donald  Trump ha dichiarato lo stato di emergenza venerdì la scorsa settimana  mentre la pandemia si diffuse in tutto il paese e I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno lanciato l’allarme.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: