La Russia accusa gli Elmetti Bianchi di rubare organi umani in Siria

La Russia presenta alcuni documenti che rivelano il ruolo dei cosiddetti “elmetti bianchi” nell’estrazione forzata di organi umani da parte di civili siriani.

HiSpanTv

“Una quantità significativa di prove ci permette di concludere che i centri in mano ai ‘Caschi Bianchi’ sono stati un elemento chiave nel sistema di sequestro forzato di organi”, ha detto Lunedi Maxim Grigoryev, direttore di una Fondazione per la Ricerca, con sede a Mosca (la capitale russa)

Nel presentare il rapporto all’ambasciata russa a Washington, la capitale degli Stati Uniti, Grigoriev ha anche affermato che donne e bambini hanno maggiori probabilità di essere vittime del prelievo di organi dai cosiddetti “elmetti bianchi” in Siria.

Durante la sua indagine, il funzionario ha raccolto diverse testimonianze dai parenti delle vittime siriane, dei loro vicini e degli ex membri dei “Caschi bianchi” che indicavano come questo gruppo sostenuto dai paesi occidentali operava nel traffico di organi umani.

Secondo Grigoriev, quando i bombardamenti hanno avuto luogo in Siria, sono arrivati ​​gli “elmetti bianchi” e gli abitanti feriti sono stati portati, per esempio, in Turchia, presumibilmente per le loro cure mediche.

“Vivo ad Aleppo nel quartiere di Hanano. Il mio vicino era un autista, i ‘White Helmets’ lo portarono in Turchia per ricevere cure. Quando hanno portato il suo cadavere dalla Turchia, ho sentito le urla dei suoi genitori. Sono corso verso la macchina e ho aiutato a spostare il corpo. Allo stesso tempo, sentivo che il cadavere era molto leggero. Ho sollevato il lenzuolo e ho visto una grossa ferita dalla gola allo stomaco “, dice Ahmad Omar ibn Mustafa, capo del personale medico junior dell’ospedale Ibn Rashid di Aleppo.

Per le loro indagini, Grigóriev e i suoi colleghi hanno intervistato in totale 40 dipendenti dei “White Helmets”, 20 elementi terroristici e 45 residenti siriani.

Gli “elmetti bianchi” sono presentati come una ONG nel paese arabo, ma sia la Russia che la Siria accusano questo gruppo di  attacchi chimici in scena , come quello avvenuto il 7 aprile 2018 a Duma, vicino a Damasco (la capitale siriana) .

Il presidente siriano Bashar al-Assad, considerato i “Caschi Bianchi” un ramo del gruppo terroristico di Al-Nusra (Frente si chiama Fath Al-Sham), e un “PR bravata” degli Stati Uniti, Regno Unito e Francia.

Precedente Dia: arrestato colonnello dei Carabinieri, era la talpa del capo dei capi Matteo Messina Denaro Successivo Iglesias: Madrid ammette in privato "l'errore" di riconoscere Guaidó