Serie TV: Alcune anche se interessanti sono pericolose per gli adolescenti

Le serie TV sulla storia criminale italiana quali ad esempio Il capo dei capi che narra la storia di Totò Riina e di Cosa Nostra,  o Romanzo Criminale (mia preferita), o Gomorra sono molto interessanti, tra l’altro è un genere che mi piace ma diventa pericoloso per alcuni adolescenti. I protagonisti di queste serie vengono visti come “vincenti”, dei veri e propri eroi,  molti iniziano a prendere sul serio quello che accade nelle serie a tal punto da imitare il linguaggio usato e i modi di fare. Un adulto che guarda la serie non corre rischi, neanche un adolescente a dir la verità ma ci sono luoghi dove la serie è realtà e la realtà è la serie, in questi posti il Scarface  (film di Al Pacino) mi diventa un modello da raggiungere, così come il Genny di Gomorra,  il Libanese di romanzo.

Questi ragazzini si rivedono in loro, perché in queste serie si inizia sempre dal raccontare la storia dall’inizio, da quando i “criminali” erano ancora ragazzi e questo è il problema.

Quello che si vede nello schermo sono le classiche storie vissute dai ragazzi in quartiere, in periferia ecc.. chi è nato in questi ambienti sa che da ragazzino si entra in quel mondo folle dello spaccio e della microcriminalità, poi man mano che si cresce si riesce ad uscire anche se qualcuno rimane intrappolato in quella vita. Guardando la serie questi ragazzini vengono stimolati ad agire come i loro idoli, perché sono attirati da questi personaggi, hanno visto talmente tante volte quelle serie che per loro è tutto normale. Un esempio può essere Napoli e quello che sta succedendo, ragazzini armati che si fanno la guerra per aggiudicarsi la loro zona di affari, o per esempio lo stesso Provenzano che nel bunker aveva con se oltre che I film Il Padrino anche il cd della colonna sonora, oppure un altro boss della camorra a cui è stata sequestrata la villa costruita identica a quella di “Tony Montana” in Scarface. Non voglio condannare assolutamente film e serie di cui sono appassionato tra l’altro, ma per evitare ciò bisogna avere una società pronta, come dire, una società migliore per tutti, dove il film resta film e non rispecchia la realtà, purtroppo in molti posti in Italia la realtà è peggio del film e qui queste serie diventano manuali di criminalità.

di La verità di Ninco Nanco

Precedente Obama andrà a Hiroshima ma non chiederà scusa: "Truman usò la bomba atomica per motivi giusti" Successivo FATA MORGANA: La storia della loggia che stritola Reggio