Russia: “È ormai chiaro dove i terroristi prendono tanti soldi per comprare armi”

image

“È ormai chiaro dove i terroristi prendono tanti soldi per comprare armi.” Così il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov, ha commentato che le parole del Pentagono sugli attacchi aerei selettivi degli USA contro l’Isis.
Il ministero della Difesa russo ha affermato che le recenti dichiarazioni dei funzionari statunitensi sulla situazione in Siria, sono basati su due pesi e due, dal momento che il Pentagono sceglie selettivamente gli obiettivi da bombardare.

“Come dobbiamo interpretare la dichiarazione del capo del Pentagono, il signor Carter, la Forza Aerea degli Stati Uniti solo nel corso dell’ultimo mese ha colpito i preziosi giacimenti di petrolio dell’Isis? Si scopre, allora, che in un anno e mezzo sono stati distrutti solo gli obiettivi dei terroristi che non erano redditizi? Ormai è chiaro come ottengono molto denaro i terroristi per l’acquisto di armi, il reclutamento e la perpetrazione di attacchi sanguinosi e perché il territorio sotto il controllo dell’Isis ora è cento volte maggiore”, ha spiegato il portavoce del ministero della Difesa russo.

Konashenkov ha sottolineato che il governo degli Stati Uniti Siria agisce in conformità con i propri interessi geopolitici e nota il contrabbando di greggio in Turchia da parte dei terroristi solo quando gli fa comodo, pur avendo mezzi tecnici per individuare le vendite illegali di petrolio nella regione. Inoltre, il Generale ha anche accusato Washington di fare distinzioni tra terrorismo “cattivo” e “molto cattivo”.

“A volte lo vedono, a volte no[il contrabbando di petrolio in Turchia], quindi dividere l’opposizione in un moderato e non moderata. Così come per i terroristi considerati “cattivi” e “molto cattivi” male”, ha aggiunto Konashenkov.

Da:L’antidiplomatico
Segui la nostra pagina facebook I miei sogni d’Anarchia

I commenti sono chiusi.