Matteo Renzi contro M5S: “Reddito di cittadinanza è elemosina di Stato”. Il Jobs act invece “dà nuove chance”

Matteo Renzi elogia nuovamente la riforma del lavoro e boccia il reddito di cittadinanza richiesto a gran voce dai 5 Stelle. “Il Jobs Act ha restituito semplicità al mercato del lavoro. Ma niente sarebbe stato possibile senza l’intelligenza e la passione di imprenditori e lavoratori. È tutto qui, il segreto del successo italiano. Gente che si impegna, gente che non si lamenta, gente che lavora”.

Nella eNews, Renzi sottolinea che “per vent’anni il racconto dominante è stato solo di quelli che non ce la facevano più. Eppure c’è tanta bella gente che continua a crederci. A provarci. A riuscirci. Dare una chance all’Italia che ci prova: questo il senso del Jobs Act”. Poi l’affondo contro M5S: “Qualche forza politica vorrebbe dare uno stipendio a tutti i cittadini, per il solo fatto di essere cittadini. Io penso che compito della politica sia creare le condizioni perché ciascun cittadino possa avere un lavoro, non un’elemosina dello Stato: questo è il valore profondo dell’articolo 1 della Costituzione. Impegno, lavoro, sudore, fatica, innovazione, ricerca. Non concessioni statali. Aiutando chi non ce la fa. Ma stimolando gli italiani a provarci, non solo a lamentarsi. Se tutti ce la mettiamo tutta diventiamo il Paese guida in Europa: lo penso dal primo giorno, ne sono sempre più convinto”.

da huffpost.it

Precedente TTIP. L'assurdo silenzio dei parlamentari italiani Successivo Bambino guarito grazie al Metodo di Bella, affetto da fibrosarcoma congenito associato a linfoadenite reattiva