Matteo Renzi contro M5S: “Reddito di cittadinanza è elemosina di Stato”. Il Jobs act invece “dà nuove chance”

Matteo Renzi elogia nuovamente la riforma del lavoro e boccia il reddito di cittadinanza richiesto a gran voce dai 5 Stelle. “Il Jobs Act ha restituito semplicità al mercato del lavoro. Ma niente sarebbe stato possibile senza l’intelligenza e la passione di imprenditori e lavoratori. È tutto qui, il segreto del successo italiano. Gente che si impegna, gente che non si lamenta, gente che lavora”.

Nella eNews, Renzi sottolinea che “per vent’anni il racconto dominante è stato solo di quelli che non ce la facevano più. Eppure c’è tanta bella gente che continua a crederci. A provarci. A riuscirci. Dare una chance all’Italia che ci prova: questo il senso del Jobs Act”. Poi l’affondo contro M5S: “Qualche forza politica vorrebbe dare uno stipendio a tutti i cittadini, per il solo fatto di essere cittadini. Io penso che compito della politica sia creare le condizioni perché ciascun cittadino possa avere un lavoro, non un’elemosina dello Stato: questo è il valore profondo dell’articolo 1 della Costituzione. Impegno, lavoro, sudore, fatica, innovazione, ricerca. Non concessioni statali. Aiutando chi non ce la fa. Ma stimolando gli italiani a provarci, non solo a lamentarsi. Se tutti ce la mettiamo tutta diventiamo il Paese guida in Europa: lo penso dal primo giorno, ne sono sempre più convinto”.

da huffpost.it

I commenti sono chiusi.