Le celebrità di Hollywood hanno raccolto $ 60 milioni per l’esercito israeliano (ai Palestinesi chi ci pensa?)

Le celebrità di Hollywood (sioniste) hanno raccolto una cifra record di $ 60 milioni per l’esercito israeliano durante il gala annuale degli Amici delle Forze di Difesa Israeliane (FIDF).

L’evento Western Region del Beverly Hilton Hotel, tutto esaurito, ha accolto oltre 1.200 sostenitori di Israele, tra cui attori e cantanti di spicco come Ashton Kutcher, Pharrell Williams, Gerard Butler e Katharine McPhee. “Siamo entusiasti del fatto che così tanti membri del nostro la comunità, incluse le principali figure di Hollywood, si stanno unendo per aiutarci a sostenere i coraggiosi uomini e donne dell’esercito israeliano “. Ha detto il membro del Consiglio nazionale FIDF e il presidente dell’evento, Haim Saban. “Stare dietro a questi eroi è uno dei miei più grandi onori nella mia vita”.

L’evento presentava un programma che raccontava la storia di 70 anni di Israele attraverso i resoconti dei soldati e le varie campagne militari contro i palestinesi.

L’anno scorso, il FIDF ha raccolto $ 53,8 milioni allo stesso evento; i contributi sono aumentati ogni anno negli ultimi tre anni. Nel 2015 il gala ha raccolto $ 31 milioni, la metà del totale di quest’anno.

Secondo un comunicato stampa dell’organizzazione, i fondi raccolti saranno utilizzati per “fornire servizi tanto necessari e meritati come borse di studio accademiche per combattere i veterani, assistenza finanziaria per i soldati in difficoltà … aiuti cruciali per i veterani feriti e le famiglie di soldati caduti, settimane di riposo e recupero per intere unità IDF, nonché strutture educative, culturali e ricreative. “

Il mese scorso, l’evento FIDF di New York ha raccolto  $ 32 milioni  per i membri delle forze di occupazione israeliane, alla presenza di molti degli uomini d’affari e filantropi più importanti della città.

Tra i maggiori donatori del gala c’erano Or Lachayal – un’organizzazione che lavora per “rafforzare l’identità ebraica dell’esercito israeliano” – che ha promesso $ 2,5 milioni e Nefesh B’Nefesh – che promuove l’immigrazione ebraica in Israele – che ha promesso $ 1,3 milioni.

Il sostegno dell’esercito da parte delle organizzazioni statunitensi e del governo degli Stati Uniti è stato fondamentale per permettere a Israele di continuare la sua occupazione in corso della Cisgiordania e della Striscia di Gaza. A ottobre è entrato in vigore il più grande pacchetto di aiuti militari statunitensi mai realizzato in Israele, per un valore di 38 miliardi di dollari in un periodo di dieci anni.

Precedente Il nuovo presidente del Brasile minaccia apertamente gli indigeni amazzonici

Lascia un commento

*