Ecco le 5 torture più terribili di tutti i tempi, la numero 5 vi farà rabbrividire

1) L’idea di meccanizzare la tortura è nata in Germania. È lì che ha avuto origine la vergine di Norimberga. Fu così battezzata perché vista dall’esterno le sue sembianze era no quelle di una ragazza bavarese, e inoltre perché il suo prototipo venne costruito nei sotterranei del tribunale segreto di quella città. E’ una specie di contenitore di metallo con porte pieghevoli, il condannato veniva chiuso all’interno in cui gli aculei trafiggevano il corpo dello sventurato in tutta la sua lunghezza, erano disposti così bene, che pur penetrando le varie parti del corpo non trafiggevano organi vitali quindi la vittima era destinata ad un’atroce agonia. Questa macchina ha dato il nome alla famosa band, iron maiden.

2) Una delle forme più antiche di punizione delle streghe era la morte per mezzo di roghi , un destino riservato anche agli eretici. Il rogo spesso era una grande manifestazione pubblica. L’esecuzione solitamente avveniva dopo breve tempo dell’emissione della condanna.

3) Il toro di falaride è uno strumento di tortura in uso nell’antica Grecia. La sua struttura è formata da una statua di bronzo che rappresenta un toro a dimensione naturale, l’interno è cavo e su un fianco vi è una porticina in cui si faceva entrare il condannato. Lo si metteva in posizione supina, così una volta sistemato il prigioniero si chiudeva lo sportello e si accendeva un fuoco proprio sotto la pancia del toro, finché non diventava incandescente. In questo modo il condannato arrostiva lentamente, morendo fra atroci dolori.

4) Questo strumento riservato ai sospetti di stregonereia o agli eretici, viene chiamata la culla di giuda. Un metodo davvero raccapricciante. La vittima veniva posta a cavalcioni sulla punta a forma piramidale e poi abbassato su di esso con corde o pesi. La vittima, solitamente nuda, veniva mutilata totalmente nei genitali. Il dispositivo veniva raramente lavato, così che le vittime potessero cadere preda di dolorose infezioni.

5) La tortura del topo veniva applicata a strege ed eretici. Un topo vivo veniva inserito negli orifizi con la testa rivolta verso gli organi interni. La bestiola cercava affannosamente una via d’uscita, graffiando e mordendo gli organi.

GUARDA IL VIDEO DEI METODI DI TORTURA:

I commenti sono chiusi.