Lavoro: La situazione dei ventenni italiani? Uno schifo!

Ecco cosa pensa la maggior parte dei giovani in Italia sul lavoro, non ci siamo affidati ai vari sondaggi che vediamo in tv o ai vari articoli pubblicati sui giornali, abbiamo posto delle domande a quattro amici, un 24enne, due 27enni e un 25enne, ognuno di loro ha risposto a una delle nostre domande, più chiari di così non si può.

 

I ventenni di oggi arriveranno mai a prendere la pensione?

Per la mia generazione sono anni difficili, non credo riusciremo mai ad arrivare a prendere la pensione quindi quando si ha la possibilità si apre qualche fondo pensionistico ma spesso si chiude subito dopo qualche anno perché il lavoro non è continuativo e i soldi purtroppo servono!

 

Come funziona oggi in Italia la ricerca del lavoro?

I ragazzi sono sfiduciati e rinunciano spesso a iscriversi a concorsi e simili perché entra solo chi ha la famosa raccomandazione, quindi se in ballo ci sono pochi posti da assegnare e io non ho conoscenze evito proprio di provarci perché le cose si sanno, è da sempre così, oggi è peggio del passato!  Anche nelle aziende private se invii un curriculum difficilmente avrai una risposta, devi conoscere sempre qualcuno, l’amico del principale o di un responsabile per quanto riguarda le grandi aziende altrimenti sei escluso!

 

Quando si riesce a “lavorare” vengono rispettati i contratti, le leggi ecc?

No è uno schifo! Ho lavorato tre anni in una azienda tra contratti a progetto e a tempo determinato, il primo anno ogni 3 mesi cambiavo contratto! Pensa che io lavoravo come tecnico trasfertista e per un anno risultavo assunto ad un lido balneare, pur di non pagare tasse passavo da un azienda all’altra ma solo il contratto! Poi te l’ho detto ero trasfertista, prendevo 900 euro al mese e lavoravo minimo 10/12 ore al giorno, delle volte anche 15! Mai uno straordinario mai nulla! Perdi proprio la voglia di lavorare a volte…

 

Lavorare fuori dall’Italia è meglio?

Certo che lo è!  Ma non tutti riescono a fare questo passo! Noi siamo nati e cresciuti qui! E non è facile lasciare tutto e andare via. Ho amici a Londra, Germania e in Svizzera e tutti sono sistemati, lavoro, casa, macchina! È una pacchia! A Londra ho un amico laureato da poco, laureato qui, e subito dopo un’azienda che si occupa di ricerca e sviluppo delle rinnovabili lo ha chiamato li a Londra e gli ha dato tutto, è uscito anche sul giornale…ma era bravo un vero genio già alle superiori! se non accettava a quest’ora stava qui con noi! Fuori è ancora possibile crearsi un futuro ma qui…lasciamo perdere va.

Ringraziamo i ragazzi per essersi prestati ma questo è quello che pensa e vive la maggior parte dei giovani in Italia,  anche noi del blog!
Non vogliamo partire vogliamo un futuro qui! Grazie.

di La verità di Ninco Nanco

Precedente Pollo Surgelato, arriverà dall’Ucraina, nei pressi di Černobyl’ Successivo SOLARE TERMICO FAI DA TE, CON LE BOTTIGLIE DI PLASTICA. IL VIDEO