La droga di “passaggio” alle droghe pesanti è l’alcol, non la Marijuana

I ricercatori dell’Università della Florida hanno scoperto che la teoria della “droga di passaggio” non è associata alla marijuana – i risultati della scala Guttman hanno indicato che l’alcol rappresenta la droga di passaggio, che porta al consumo di tabacco, cocaina e altre sostanze stupefacenti. Inoltre, gli studenti che hanno utilizzato l’alcol “hanno mostrato una significativa probabilità maggiore dell’uso di droghe, sia lecite e illecite”.

alcohol-is-the-gateway-drug-not-marijuana

In un’intervista con Raw Story, Adam E. Barry ha detto che i suoi studi avevano lo scopo di correggere alcuni dati falsi e di sola propaganda che hanno infettato la cultura generale, come ad esempio che l’uso di cannabis portasse al consumo di droghe più pesanti.

“La teoria che si inizia con la  cannabis e si passa infine a quelle che laici chiamano droghe pesanti e totalmente sbagliata. Come si può vedere dai risultati del nostro studio, è l’alcol nella maggior parte dei casi, la causa del passaggio alle droghe pesanti”, ha detto Barry.

I ricercatori hanno utilizzato un campione rappresentativo a livello nazionale di studenti delle scuole superiori, la valutazione dei dati raccolti attraverso l’Università del Michigan analizza le tendenze di consumo di droga tra i giovani negli Stati Uniti. Lo studio di Barry si è concentrato sui dati raccolti da 14.577 studenti delle scuole superiori provenienti da 120 scuole pubbliche e private negli Stati Uniti.

Confrontando i tassi di abuso di sostanze tra i bevitori e non bevitori, i ricercatori hanno scoperto che gli anziani delle scuole superiori che avevano consumato alcol almeno una volta nella loro vita “hanno avuto una probabilità 13 volte maggiore di  usare sigarette, 16 volte di usare marijuana e altre sostanze stupefacenti, e 13 volte più di uso di cocaina”.

Nel campione di studenti, l’alcol rappresenta anche la sostanza più comunemente usata, con il 72,2 per cento degli studenti che lo hanno consumato nella loro vita. Comparativamente, il 45 per cento degli studenti ha dichiarato di utilizzare il tabacco e il 43,3 per cento ha citato l’uso di marijuana.

I risultati di questa indagine sostengono che l’alcol dovrebbe ricevere l’attenzione primaria nella programmazione della prevenzione per abuso di sostanze nelle scuole.

Gli scienziati avevano precedentemente scoperto che la cannabis terapeutica, può effettivamente ridurre i danni cerebrali causati dall’alcol. Uno studio 2013 presso l’Università del Kentucky e l’Università del Maryland ha concluso che una sostanza chimica nella marijuana chiamata cannabidiolo potrebbe essere utilizzato per il trattamento di alcol-indotta neuro-degenerazione .

I risultati di un recente studio hanno portato alla conclusione che l’illegale marijuana è di gran lunga il farmaco più sicuro tra i legali.  Sulla base dei risultati, i ricercatori hanno convenuto che l’erba è 114 volte meno letale di alcol.

La verità di Ninco Nanco

Precedente ECCO CHI SONO I CREATORI DEL NUOVO ORDINE MONDIALE Successivo Henry Kissinger e il gruppo Bilderberg dietro all'omicidio di Aldo Moro