Il Giappone spende 44 miliardi per la Re-militarizzazione contro la Cina

Il governo giapponese ha  annunciato che rafforzerà le sua guardia costiera per difendere le isole contese nel Mar Cinese orientale. Il bilancio della guardia costiera prevede di raggiungere il record di 210 miliardi di yen (circa 1,8 miliardi di dollari), per l’aggiunta di otto nuove navi e più di 200 agenti delle forze dell’ordine.

screenshot_2016-12-23-00-32-44

Il governo del Giappone ha appena  approvato un bilancio della difesa record da 5,1 trilioni di yen (circa 44 miliardi di dollari), con un focus sulla Cina e la Corea del Nord. Il bilancio è impostato per includere sei nuovi sottomarini dotati di una migliore tecnologia di sensori, che verrà utilizzato per scoraggiare le sfide presentate dai cinesi. Dei fondi saranno anche spesi per un sistema di difesa missilistico aggiornato.

Il Giappone presumibilmente sta investendo in un programma per la flotta sottomarina dal 1950 che gli analisti considerano uno dei suoi punti di forza.

Tuttavia, resta da vedere per quanto tempo il Giappone sarà in grado di usare il termine “auto-difesa” come giustificazione per l’avanzamento delle sue capacità militari. All’inizio di questo mese, la Cina ha accusato il Giappone di interferire con gli aerei militari cinesi durante i suoi addestramenti, mettendo in pericolo la sicurezza degli aeromobili e  dell’equipaggio cinese.

Il Giappone ha avuto una storia di antimilitarismo dalla fine della seconda guerra mondiale, quando fu condannato per la sua aggressività diffusa. Dalla fine della seconda guerra mondiale, la costituzione giapponese, imposta dagli Stati Uniti , ha impedito l’azione militare a meno che non si ritenga necessario per l’auto-difesa.

Tuttavia, il governo giapponese si è allontanato dal suo pacifismo storico, le nuove leggi di sicurezza offrono all’esercito giapponese la possibilità di impegnarsi in battaglia per proteggere i loro alleati, compresi gli Stati Uniti, anche se non vi è alcuna minaccia diretta per il Giappone e la sua gente .” I disegni di legge sono stati così controversi che hanno provocato una rissa nella legislatura giapponese e hanno spinto migliaia di manifestanti a scendere in piazza.

Nonostante questa opposizione, tuttavia, sembra che il Giappone militarizzato stia abbracciando i suoi nuovi poteri. Entrambe le parti sono colpevoli di provocazione , ed entrambe le parti saranno in grado di rivendicare “auto-difesa” a causa di chi tira il grilletto prima.

 

di La verità di Ninco Nanco

Precedente LA VERA STORIA DI BABBO NATALE: Da sciamano siberiano a buffone del consumismo sfrenato Successivo Aleppo: nei covi dei terroristi trovati i “doni” dell’Occidente