Gli Stessi Cani Di Razza Fotografati Oggi E 100 Anni Fa: Ne Valeva Davvero La Pena?

L’incrocio selettivo dei cani nacque nelXIX secolo in Inghilterra, dove la classe dirigente aveva il capriccio di possedere animali sempre più “caratterizzati”, conaspetti morfologici specifici.

screenshot_2017-01-17-02-47-59

Questa pratica e la successiva definizione delle varie razze canine hanno portato negli anni alla formazione di un fiorente mercato nel quale un esemplare può arrivare a costare migliaia di euro.

Ad oggi, non si può fare a meno di domandarsi se sia davvero necessario creare degli animali irrimediabilmente deboli a livello genetico solo per il capriccio dell’uomo; ma soprattutto ci domandiamo se accentuare le caratteristiche fisiche “atipiche” di ogni razza non possa poi generare degli animali “infelici”, che respirano a fatica, camminano male e in generale sono dei pasticci genetici che di sicuro madre natura non avrebbe mai progettato.

Queste foto che mettono a confronto la stessa razza 100 anni fa ed oggi vi aiuteranno a farvi un’opinione a riguardo.

 

 

 

Il Basset Hound è più basso, meno agile e presenta un notevole eccesso di pelle con conseguente rischio di infezioni.

 5773_1

Il doberman di razza presenta spesso problemi di cuore, problemi di coagulazione del sangue e displasia dell’anca.

 5773_2

Il San Bernardo era un cane atletico e adatto al lavoro; ad oggi risulta più tozzo e con un pelo inspiegabilmente folto e pesante.

 5773_3

Il tempo ha cambiato sensibilmente la lunghezza del muso del boxer e la postura del collo. Molti esemplari soffrono di epilessia a causa del cranio troppo piccolo.

 5773_4

Il bassotto è stato letteralmente allungato, con conseguente appesantimento delle vertebre che devono sopportare tutto il peso.

 5773_5

Il bearded collie ha visto il suo pelo svilupparsi a dismisura, cosa che lo rende molto sensibile al minimo innalzamento della temperatura. Molti di loro soffrono di displasia dell’anca.

 5773_6

La parte posteriore dei pastori tedeschi è sempre più bassa, con conseguenze immaginabili sulla capacità motoria soprattutto in vecchiaia.

 5773_7

Il carlino ha pressione alta, difficoltà respiratorie, dermatiti nelle pieghe della pelle… Oggi gli esemplari hanno la coda molto più arricciata… ma ne è valsa la pena?

 5773_8

Il cranio del bull terrier è stato sfigurato dalla selezione degli allevatori, con conseguenze sul suo udito. Molti esemplari soffrono di problemi renali o malattie cardiache.

 5773_9

Il saluki è incline a sviluppare malattie agli occhi e il cancro; inoltre è così delicato da scottarsi facilmente, soprattutto sul naso.

 5773_10

Il bulldog è forse uno dei casi più gravi. Il naso è schiacciato in maniera innaturale a danno della respirazione; la testa è enorme, tanto che spesso i cuccioli nascono per cesareo. L’aspettativa di vita media? 6 anni…

5773_11

Tutto questo avviene mentre milioni di cani meticci vengono uccisi ogni anno per eutanasia a causa del sovraffollamento dei canili o delle strade.

La prossima volta che un vostro amico vi dice che vuole comprare un cane di razza, portatelo di peso davanti al canile più vicino.

E se proprio vuole comprare qualcosa di marca, delle pantofole andranno benissimo!

 

da curioctopus

Precedente Come curare mal di testa e dolori articolari con lo zenzero Successivo TRUMP CRITICA L’UE: ‘E’ UTILIZZATA DALLA GERMANIA PER I PROPRI SCOPI’