Ecco come ci fregano quotidianamente

image

Lo sai che la banconota di 100 euro che custodisci gelosamente nel tuo portafoglio non è tua? Ah, non ci credi? Bene, ecco un’analisi di Italiano Sveglia su questo fenomeno davvero diabolico. Il signoraggio è il massimo del potere del pianeta terra e tutti lo subiamo, ma la cosa più sconcertante è che solamente una piccolissima fetta della popolazione mondiale conosce questa diavoleria. Tecnicamente possiamo definire il signoraggio come il lucro che si genera dalla creazione della cartamoneta (creando non valore ma debito infinito per gli stati). Di fatto tutte le banche mondiali creano e stampano moneta, che non è più convertibile in oro ( le riserve auree, infatti, sono solamente del 2% circa ). Questo vuol dire che il denaro messo in circolazione dalle banche centrali di ogni continente non ha valore, con tutte le conseguenze ad esso implicate.

Il “signoraggio bancario primario” è dovuto al fatto che la Banca Centrale Europea, BCE, ( nel nostro caso ) stampa ed emette denaro dal nulla, senza covalenza in oro (cosa abolita da Giuliano Amato nel governo Prodi nel 97’ nel silenzio di tutti i media). Una banconota da 100 euro costa stamparla solamente 30 cent di euro, soltanto i costi di manodopera (inchiostro, operai, forza lavoro ecc). La diavoleria sta nel fatto che viene prestata agli Stati membri della Comunità Europea ad interessi del 1% che si aggiungono al 4% imposto delle Banche  Nazionali (Banca D’Italia S.P.A. o di Francia etc).La stessa moneta deve poi esser restituita al 5 % d’interesse. Quindi di100 euro lo Stato Italiano deve restituire 105 euro.

Domanda legittima che si farebbe ogni cittadino dotato di un minimo di intelligenza: Ma come può uno stato con 100 euro in mano restituirne addirittura 105? Come la chiamate voi questa, se non USURA? Anche se il nostro bel paese vendesse il Colosseo per appianare il debito, questo è condannato a riiniziare da capo!

Il “signoraggio bancario secondario”, invece, consiste nel fatto che con la RISERVA FRAZIONARIA qualsiasi banca privata ha l’obbligo di tenere nelle casse non più del 2% del loro capitale. Esempio: se una banca ha 1 milione di Euro nel suo deposito puo’ tenere in cassa non più di 20 mila euro (il 2 %)! Con i restanti soldi può tranquillamente emettere mutui, prestiti, finanziarie con i nostri soldi. Una soluzione a questa diavoleria sarebbe quella di ridare alla banca centrale del nostro paese l’esclusiva emissione moneta, ma non è di certo semplice. Il vero antidoto, invece, consiste nel portare a conoscenza questo meccanismo quanta più gente possibile, in modo tale che questo argomento susciti sempre più interesse. ITALIANO SVEGLIA!

Fonte:informarsi.org
Segui la nostra pagina Facebook i miei sogni d’Anarchia

Precedente Cocaina dalla Colombia all'Italia grazie a Farc e 'Ndrangheta Successivo Sai da dove arriva la tua pelliccia vero?