CHE COSA FARE SE SI VERIFICA UN EVENTO TERRORISTICO?

image

Questo articolo offre consigli di sicurezza e di buone pratiche per prepararsi ad affrontare un attacco terroristico.

Attualmente la minaccia terroristica rimane un fenomeno reale e grave, difficile da prevedere e a volte complesso da combattere. Un attacco può avvenire in qualsiasi momento senza preavviso e potrebbe provocare seri danni a cose e persone.

Gli atti di terrorismo si differenziano in termini di scala e di scopo. Alcuni cercano solamente di infliggere danni superficiali o causare momenti di angoscia pubblica, per attirare l’attenzione dei media e della società, ma altri potrebbero avere l’intento di commettere stragi con atti di forte entità. Gli attentati delle Torri Gemelle, della metropolitana di Londra, del Museo tunisino del Bardo e l’attacco al Bataclan di Parigi, rappresentano solo alcuni degli esempi di attentati con altissimo potenziale di danno, che hanno la finalità di produrre massacri, incutere paura e disperazione nella società. Per tali fenomeni, nelle ipotesi in cui si venga minacciati da questi atti, è molto importante seguire delle regole di condotta per prepararsi a queste situazioni di forte emergenza.

Cosa fare se si verifica un evento terroristico?

• Mantenere la calma e avere pazienza.

• Se siete sulla scena del crimine, seguite le indicazioni degli organi di emergenza locale, che hanno probabilmente il quadro completo di ciò che sta accadendo.

• Ascoltate i messaggi di emergenza dei mezzi di comunicazione (radio, tv, pc, ecc.).

• Se l’evento si verifica vicino a voi e non ci sono più pericoli, accertate la presenza di proprie lesioni, di feriti e di morti. Prestate soccorso e garantite l’assistenza per gli individui gravemente feriti.

• In caso di attacco dinamitardo, se l’evento danneggia la vostra casa o il vostro luogo di lavoro, verificate i danni con una torcia elettrica. Tranne in caso di incendio, in genere gli effetti di un esplosione oscurano l’area colpita. Evitate di gridare per non inalare polveri e fumi nocivi. Non accendete fiammiferi, candele o interruttori elettrici. Verificate la presenza di incendi, rischi d’incendio e altri pericoli interni al locale colpito. Chiudete eventuali elettrodomestici o macchinari danneggiati. Annusate l’aria per individuare eventuali fughe di gas. Se si sente odore di gas o si sospetta una perdita, chiudete il rubinetto del gas principale, aprite le finestre ed uscite in fretta dal luogo dell’attacco.

• In caso di minaccia biologica, probabilmente vi sarà confermata dai media. Se sospettate che voi o un membro della famiglia sia stato esposto è necessario vi rivolgiate ad un medico senza rischiare il contagio di altre persone.

• In caso di attacchi chimici, se pensate di vedere una sostanza sospetta nelle vostre vicinanze o cominciate ad avere problemi di respirazione o ad avere gli occhi lacrimanti o prurito, potreste essere stati esposti ad una sostanza chimica nociva. Allontanarsi il più presto possibile ed informare immediatamente gli organi di emergenza. Se siete in un edificio, lasciarlo immediatamente. La cosa più importante è trovare aria pulita il più velocemente possibile.

• Mettete al sicuro i vostri animali domestici.

• In caso di assalto con armi da fuoco è difficile rispettare una regola standard. In queste circostanze valutate immediatamente la direzione della minaccia ed in base all’evento valutate le seguenti opzioni, con la premessa che esse non sono delle scelte esaustive:

1. Individuate le vie di fuga ed allontanatevi dal pericolo.

2. In alcuni casi i terroristi sparano ad altezza uomo, quindi se non potete scappare, gettatevi a terra per evitare le loro traiettorie di fuoco.

3. Se potete sfuggire allo sguardo degli attentatori ma non potete scappare, cercate di nascondervi.

4. In caso di assalto in luoghi affollati, senza occasioni di fuga ed i terroristi hanno già cagionato la morte di molti individui, fingetevi morti.

5. Se gli assalitori non hanno il controllo generale sugli assaliti (es. armi scariche o inceppate, area di sorveglianza vasta, ecc.) e sono in forte minoranza, ma non avete vie di fuga, valutate se potete disarmare i terroristi, accordandovi eventualmente con gli altri individui minacciati.

• Ad attacco terminato e con l’allontanamento del pericolo, informate gli organi di emergenza ed i vostri familiari del vostro stato di salute. Successivamente utilizzate il telefono solo in caso di seria minaccia alla vita. In questi casi bisogna evitare il sovraccarico delle linee telefoniche per consentire ai superstiti dell’attentato di comunicare con i numeri di emergenza.

Da:difesaonline.it

I commenti sono chiusi.