CAMBIAMENTI CLIMATICI, 100 MILIONI DI POVERI IN PIÙ E CITTÀ SOMMERSE DALL’ACQUA (VIDEO)

 

image

Un nuovo rapporto della Banca Mondiale rivela che l’aumento del livello del mare causato dalle emissioni incontrollate di anidride carbonica potrebbe condurre più di 100 milioni di persone sotto la soglia povertà. Il sito Climate central lancia l’allarme: l’innalzamento dell’acqua potrebbe inondare le case di più di 500 milioni di persone.
Tutto questo entro il 2030. I cambiamenti climatici colpiranno maggiormente le regioni più povere (Africa subsahariana e Asia meridionale) . Inoltre, si dovrà fare i conti con il rischio di malattie trasmesse attraverso l’acqua e la malaria. Circa 150 milioni di persone potrebbero rischiare di contrarre la malaria, con un riscaldamento di 2-3 gradi.

“Il rapporto dimostra che porre fine alla povertà e lottare contro i cambiamenti climatici è la migliore strategia di cooperazione comune”, ha detto l’economista della Banca Mondiale, che ha guidato la ricerca, Stephane Hallegatte. Secondo i ricercatori, gli sforzi per proteggere i poveri, come ad esempio migliorare l’accesso ai servizi sanitari e alle reti di sicurezza sociale, difenderli dalle inondazioni e distribuire più raccolti resistenti al calore, sono le misure che impediranno le conseguenze negative dei cambiamenti climatici.

Le immagini delle capitali mondiali sommerse dall’acqua, contenute nel sito Climate central, mostrano i possibili impatti del crescente aumento del livello del mare.

Da:the Universal

I commenti sono chiusi.