A 200 miglia da Standing Rock, una rottura dell’oleodotto sversa petrolio nel Nord Dakota 

Mentre la battaglia per fermare la costruzione del Dakota Access Pipeline per ora è stata vinta dai manifestanti, la notizia di un altro corso d’acqua contaminato da una fuoriuscita di petrolio – questo ad appena 200 miglia dalla postazione Standing Rock Sioux – rafforza la legittimità del movimento per proteggere l’acqua dalla Big Oil.

screenshot_2016-12-09-23-59-08

Belle Fourche Pipeline Company ha chiuso la sua condotta di greggio dopo che il petrolio è fuoriuscito nel Coulee Creek nella Contea di Billings, nella parte occidentale del Nord Dakota, non geograficamente distante dal punto in cui l’Standing Rock Sioux.

Ash Coulee Creek sfocia nel fiume Missouri a 20 miglia da dove si è verificata la perdita – ma i funzionari hanno sostenuto che sia ‘dubbio’  che il greggio riesca ad arrivare così lontano.

Non ci sono stime del volume della fuoriuscita di greggio ma qualsiasi contaminazione con il greggio tossico, può avere effetti devastanti sugli ecosistemi sensibili – in particolare se la fuoriuscita non viene contenuta in fretta.

Quando si parla di petrolio, gas e gasdotti le aziende insistono che le condutture siano il mezzo più sicuro – contro ferroviario, navale e camion cisterna – per il trasporto. Anche se questo potrebbe essere tecnicamente vero, norme  inadeguate, infrastrutture obsolete, e altre questioni indicano il contrario. In realtà, le cadute di oleodotti e le perdite si verificano con frequenza allarmante.

La verità di Ninco Nanco

Precedente Ecco perché in Giappone prescrivono gite nei boschi anziché antidepressivi Successivo 118 MILIONI DI CITTADINI EUROPEI SONO MINACCIATI DALLA POVERTÀ