12 farine alternative alla farina bianca, che è invece un prodotto raffinato e provoca diabete

La farina bianca , malgrado non abbia alcun gusto, ha avuto successo commerciale perché si conserva per un tempo indeterminato. Quando la farina viene raffinata perde le proprietà nutrienti tipiche del frumento integrale, che è un’ottima fonte di fibre ed è ricco di numerose sostanze, che si trovano nella crusca e nel germe.

Ecco 12 sanissime alternative.

 

1. Farina di ceci (farina di ceci bio)

La farina di ceci proviene –appunto- dai ceci essiccati ed è ricchissima di proprietà nutritive: è ricca di fibre, carboidrati, proteine vegetali, vitamine (A, B, C, E) e sali minerali come calcio, magnesio e potassio. La farina di ceci è è una delle più conosciute farine alternative ed infatti è facilmente reperibile in commercio.

Questa farina può essere usata per sostituire le uova nelle frittate, oltre che come ingrediente per panature pastelle e pasta fatta in casa.

La farina di ceci è un alimento privo di glutine ed è dunque adatto a chi soffre di celiachia; le fibre in essa contenute, inoltre, contribuiscono a regolarizzare il transito intestinale e il basso livello di indice glicemico lo rende un alimento innocuo anche in caso di diabete. La farina di ceci contiene anche saponine che impediscono l’assorbimento del colesterolo cattivo nell’intestino.

 

2. Farina di lupini (farina di lupini)

Una delle farine alternative maggiormente ricca di proteine è la farina di lupini. Questa è anche una buona fonte di fibre, vitamine e sali minerali tra cui ferro, calcio e potassio . Oltre ad avere un basso indice glicemico, la farina di lupini ha anche proprietà vermifughe e antiossidanti, e contribuisce a ridurre l’ipertensione.

Le saponine –inoltre- contribuiscono a ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. La farina di lupini è inoltre un alimento adatto per i celiaci, perché non contiene glutine. E’ facile da reperire soprattutto online.

 

3. Farina di lenticchie (farina di lenticchie)

La farina di lenticchie ha proprietà antiossidanti ed è ricca di fibre, fosforo, ferro , zinco e vitamine; presenta un basso indice glicemico e contribuisce a regolare il livello di glucosio presente nel sangue. La farina di lenticchie da anche senso di sazietà e può essere usata per preparare gli alimenti di una dieta.

Grazie all’azione delle fibre (che facilitano l’evacuazione e placano il senso di fame), la farina di lenticchie è adatta per chi vuole perdere peso e sta seguendo una dieta.

 

4. Farina di manioca (tapioca) (manioca)

La manioca è un tubero originario dell’America centrale. La farina di manioca, che prende il nome di tapioca, è ricca di fibre, proteine e sali minerali come selenio, sodio, potassio e fosforo, ed è un alimento facilmente digeribile, oltre che privo di glutine.

La farina di tapioca è, dunque, un’ottima alternativa alla farina di frumento, ed ha un elevato contenuto energetico ideale per chi fa attività sportiva.

 

5. Farina d’avena (avena integrale)

La quinta delle farine alternative è quella d’avena. Questa è ricca di proteine e fibre solubili e il beta glucano in essa contenuto aiuta a ridurre l’assorbimento del colesterolo cattivo nell’organismo; la farina d’avena è un alimento molto saziante: infatti, l’alto contenuto di fibre placa il senso di fame, oltre a regolarizzare le funzioni intestinali.

L’avena in sè per sè è ricca di tantissime proprietà e per questo è un alimento adatto a tutti, anche a chi vuole perdere peso.

 

6. Farina di farro (farro tipo 00)

Tra le farine alternative, la farina di farro figura per il suo alto contenuto energetico e nutrizionale, ma ha un contenuto calorico più basso se confrontata alle farine di altri cereali. La metionina in essa contenuta è una sostanza capace di aiutare l’assorbimento dei fosfolipidi.

La farina di farro, comunque, non è adatta ai celiaci, ma è indicata per chi non digerisce alimenti a base di farina di grano. Si può fare in casa oppure acquistare direttamente già pronta.

 

7. Farina di soia (soia tostata bio)

Tra le farine alternative, non poteva mancare quella di soia. La farina di soia ha un alto contenuto proteico ed è adatta alle diete senza glutine; contiene vitamine (A, B, C, E) e sali minerali come fosforo, potassio e calcio, ed  è povera di grassi saturi.

La farina di soia, inoltre, contribuisce a regolare il livello di glucosio nel sangue, favorendo l’assorbimento del colesterolo buono e impedendolo al colesterolo cattivo. Le proprietà antiossidanti contrastano, poi, l’invecchiamento cellulare.

 

8. Farina di miglio (miglio)

La farina di miglio deriva appunto dal miglio, un cereale di origini orientali. Pur avendo una composizione chimica molto simile a quella del grano, la farina di miglio è priva di glutine ed è un alimento adatto ai celiaci.

È inoltre ricca di fibre, vitamine e sali minerali come calcio, ferro, magnesio, zinco e potassio: l’azione di questi sali minerali apporta benefici ai denti (in particolare allo smalto), ai capelli e alle unghie.

 

9. Farina di grano saraceno (grano saraceno integrale)

Il grano saraceno non è un cereale: rientra infatti nella famiglia degli pseudo-cereali (come anche la quinoa). Nonostante sia un alimento privo di glutine (e quindi adatto ai celiaci), la farina di grano saraceno può provocare reazioni allergiche, dunque è meglio consultare un medico prima di assumerla. La farina di grano saraceno è comunque ricca di nutrienti benefici, come vitamine, sali minerali e rutina, che conferisce a questo tipo di farina proprietà antiossidanti.

 

10. Farina di quinoa (farina di quinoa)

La farina di quinoa contiene molte proprietà nutritive benefiche per l’organismo: una di queste è la lisina, che rafforza il sistema immunitario e agisce positivamente sull’ormone del buon umore (la serotonina).

La farina di quinoa è priva di glutine,ha un indice glicemico molto basso e contribuisce ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue. Grazie ai flavonoidi in essa contenuti, la farina di quinoa ha anche proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

 

11. Farina di Teff (teff)

Il teff è una graminacea di origine africana di cui esistono due varianti, e due rispettivi tipi di farina:bianca e rossa. La farina di teff è forse una delle farine alternative meno conosciute. Il teff è ricco di vitamine(soprattutto ferro, potassio e calcio) e privo di glutine, è un alimento facilmente digeribile e ad alto contenuto proteico.

La farina di Teff è inoltre ricca di fibre, che danno senso di sazietà e facilitano l’evacuazione: per questi motivi, la farina di Teff è indicata per chi vuole perdere peso, oltre che per i celiaci.

 

12. Farina di carrube (carrube bio)

La farina di carrube è una delle farine alternative al cacao:  ne ricorda infatti il sapore, ma è leggermente più dolce. La farina di carrube, però, non contiene caffeina né colesterolo.

È inoltre povera di grassi, placa il senso di fame e ha proprietà antiossidanti; riduce, inoltre, l’assorbimento del colesterolo cattivo nel sangue ed è ricca di sali minerali, in particolar modo calcio e ferro. Questa farina si può acquistare nei negozi biologici ma anche online.

Bioshop

Precedente Ecco le 10 multinazionali più pericolose al mondo Successivo AGENZIA DI RATING FITCH MINACCIA GLI ITALIANI: NON OSATE VOTARE NO AL REFERENDUM